Impaginazione automatica, quale versione di InPagina scegliere.

Abbiamo già ampiamente parlato di Impaginazione automatica negli scorsi articoli fino a vedere passo passo come impostare un documento che possa essere gestito correttamente da InPagina.

Sappiamo, però, che spesso l’utente si chiede quale possa essere la versione che meglio può adattarsi alle proprie esigenze di impaginazione.

Chiariamo le idee.

InPagina è in plugin che permette di impaginare automaticamente cataloghi, giornali, riviste e qualsiasi documento che presenti dati ripetitivi partendo da InDesign.

Esistono 4 diverse versioni del plugin, dalla più semplice alla più complessa, vediamole insieme.

1- InPaginaXLS

È la versione più semplice che permette di impaginare automaticamente documenti realizzati in InDesign utilizzando dati provenienti da un foglio di Excel, TXT Tabulato, CSV.

Con InPaginaXLS l’unità grafica minima è la pagina, occorre creare le pagine mastro che possono contenere i prodotti e all’interno posizionarvi i campi necessari.

Le pagine standard definite verranno poi completate dai dati.

Suggeriamo questa soluzione per i lavori meno complessi, come può essere per esempio un catalogo di pezzi di ricambio o in generale un impaginato che non richieda una gestione particolare dei dati.

Anche se è la versione più semplice, InPaginaXLS velocizza il processo di impaginazione, evitando copia/incolla e riscrittura dei dati prelevandoli direttamente dal file .xls e riducendo drasticamente il margine di errore.
InPaginaXLS

2- InPagina

Questa versione rispetto alla prima, introduce il supporto a dati più complessi, ovvero oltre a quelli in formato XLS, TXT (tabulato), CSV, accetta anche il formato XML.

Anche in questo caso l’elemento grafico minimo è la pagina, dovremo quindi creare la base grafica con InDesign che conterrà gli Stili necessari per i testi, i box e le immagini in modo da definire le pagine standard che verranno poi riempite automaticamente con i dati.

InPagina

3- InPaginaPRO

Questa versione supporta solo dati XML ed anche l’elemento grafico minimo cambia perché iniziamo a parlare di meccanica, cioè una porzione (a piacimento) di pagina.

Le pagine mastro definiscono semplicemente il numero di pose ed il posizionamento dei blocchi ed occorre poi definire le meccaniche, ovvero gruppi di campi e grafica che definiscono e caratterizzano l’impaginazione del singolo prodotto.

InPaginaPRO disporrà le meccaniche definite dai dati XML sulle pose all’interno delle pagine.

I vantaggi di questa versione sono l’aggiornamento automatico dei testi dal file dati, personalizzazione grafica e dei contenuti per ogni singolo record inserito, possibilità di decidere dal DB la grafica da impaginare (meccanica).
InPagina Pro

L’ultima versione del plugin di impaginazione automatica ha un nome diverso, “Dedalo”, ed è una evoluzione di InPaginaPRO, dedicata alla GDO (grande distribuzione organizzata) per l’impaginazione di volantini promozionali.

Ne vedremo le caratteristiche principali nel prossimo articolo, continuate a seguirci.

Per maggiori informazioni scriveteci a info@mediabook.net o visitate il sito www.inpagina.eu